Lunedì 29 Maggio 2017
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Bergamo, al tramonto

La ricerca di salite sempre nuove ed entusiasmanti, di luoghi mai visti prima e di altri da rivedere ancora, mi ha spesso portato lontano, molto lontano: non solo tra le mie amate Orobie ma a volte persino nelle vicine provincie, quella di Brescia e Sondrio, di Lecco e Como, nelle regioni della Valle d'Aosta, del Piemonte e del Trentino, come anche nel Piacentino e sull'appennino emiliano. Ciononostante, le prime alture che incontro dopo l'uscio di casa sono loro, quelle che s'alzano dal capoluogo orobico e compongono, insieme con alcuni dei più bei comuni limitrofi, l'armonioso dipinto dei Colli di Bergamo.

In un ambientazione ben diversa da quella d'alta montagna, il Parco dei Colli, zona fortunatamente tutelata dalla Regione Lombardia, ha il suo cuore pulsante nella città di Bergamo dalla quale dipartono alcuni dei più bei percorsi per conoscere la città medioevale, Città Alta. Percorsi urbani su ripide e sinuose scalette che nelle pieghe del tempo conducono, a volte con non poca fatica, all'interno delle possenti mura venete dove possiamo ammirare, in tutta la sua bellezza, la storica e monumentale Bergamo Alta.

A questi percorsi urbani s'affiancano itinerari che, invece, più s'avvicinano alla classica escursione montana. Tra questi il Sentiero dei Vasi, le ciclabili della Quisa e della Morla, itinerari che solcano la Valle di Astino e s'insinuano nei fitti boschi dell'Allegrezza, come pure quelli che risalgono il verdeggiante versante di Valmarina. Vie rurali e urbane più o meno impegnative che regalano ampi panorami su Bergamo ed i comuni limitrofi, panorami che col meteo favorevole s'allungano sino agli Appennini. Oppure vie rurali ed urbani che conducono sino a Colle Aperto dove l'accesso alla Cittadella spalanca le porte al prestigioso e prezioso centro storico di Città Alta. Un vero patrimonio che non deve però limitarsi alla classica passeggiata sulla Corsarola.

I cookie permettono di offrire i servizi proposti dal sito cristianriva.it Cliccando su "Accetta e prosegui", l'utente acconsente di utilizzare i cookie