Martedì 26 Settembre 2017
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ghiacciaio Morteratsch e Capanna Boval

Ghiacciaio Morteratsch e Capanna Boval Ghiacciaio Morteratsch e Capanna Boval

Giunto a Morteratsch assaporo fin da subito l’emozione del viaggio: lasciate alle spalle le tre ore che mi distanziano dal punto di partenza, mi lascio sorprendere da luoghi totalmente sconosciuti mentre l’enfasi del viaggio comincia subito dopo, tra i primi bagliori dell’alba, oltrepassati i binari sui quali corre il caratteristico trenino rosso del Bernina.

Viaggiare è un po’ come perdersi e messo difronte all’immensità valliva sul fondo della quale - in lontananza - intravedo le più alte vette del gruppo del Bernina dove timido nasce il ghiacciaio del Morteratsch, vengo colto da quella sensazione di smarrimento ma allo stesso tempo di coinvolgimento che mi spinge alla scoperta del viaggio.

Mentre cammino, la percezione del viaggio si fa sempre più forte, rafforzata anche dall’odore emanato dalle traverse in legno della ferrovia, oggi utilizzate come parapetto o per sostenere alcuni tratti gradinati del sentiero che fiancheggia alto il solco lasciato vuoto dallo sciogliersi del ghiacciaio, che un tempo lontano chissà quanti viaggi in treno avranno faticosamente sostenuto.

Un viaggio selvaggio, quello verso la Capanna Boval, dove, contrariamente a quanto accadrà durante il tragitto di ritorno, non incontro anima viva: il facile sentiero si allunga fiancheggiando l’asprezza e la crudità del ghiacciaio, da un lato, ed il severo e roccioso restringersi della vallata, dall’altro, mentre pian piano m’avvicino ai piedi del Piz Bernina.

Un viaggio che odora di libertà quando, difronte all’immensità di quella lingua di ghiaccio, non potrò far altro che fingere di abbracciarla tutta per sentirmi un po’ meno piccolo.

Informazioni sintetiche

Data dell'escursione 22 Agosto 2016
Località di partenza Pontresina, località Morterastch
Sentieri utilizzati Non classificato
Tempi di percorrenza 2 ore e mezza circa
Altitudine massima 2495 metri (Capanna Boval)
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà E (Escursionistico)
Acqua sul percorso No
Note Eventuale appoggio presso la Capanna Boval

 

Descrizione itinerario

Punto di partenza di questa spettacolare escursione d’alta quota è la stazione di Morteratsch del Bernina Express (…il Trenino Rosso del Bernina patrimonio dell’Unesco) dove, lasciata l’autovettura nel parcheggio a pagamento (solo in Franchi svizzeri o con carta di credito), imbocchiamo la larga sterrata che si immette nell’ampio vallone appena oltre il passaggio a livello.

Percorse poche decine di metri, però, abbandoniamo la sterrata (…che diritta prosegue sino alla bocca del ghiacciaio del Morteratsch) ed imbocchiamo a destra il classico sentiero alpino che, prima in leggera discesa e poi subito ripido, s’infila nel bel bosco di sempreverdi.

Dopo un primo tratto piuttosto ripido, il sentiero smorza ogni ostilità e dolcemente conduce all’interno dell’austera conca glaciale dove man mano la vegetazione tende a scomparire lasciando spazio alla severità del paesaggio roccioso.

Proseguiamo con molta facilità fiancheggiando a destra gli scoscesi versanti del Piz Boval mentre alla nostra sinistra, nel profondo fondovalle, si fa sempre più vicina la sinuosa lingua glaciale del Morteratsch.

Raggiunto un costone roccioso, il sentiero sale ripido verso destra e con stretti zig zag, assicurati da funi e paletti metallici, supera un severo balzo oltre il quale, poi, placa la sua pendenza e si apre sull’enormità del ghiacciaio del Morteratsch: difficile non restare a bocca aperta!

Proseguiamo inforcando gli ultimi dolci tornanti, sino alla Capanna Boval che, coi suoi quasi 2500 metri di quota, regala spettacolari panorami sul Diavolezza e sulle cime del Gruppo del Bernina.

  • Cartina e tracciato GPS

    5.3 km, 01:28:32

  • Album fotografico

  • Note

    I tempi di percorrenza sono indicativi e si riferiscono al percorso di ascesa.

Read 1288 times
Cristian Riva

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Mi trovi su: Google+

Website: www.cristianriva.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oltre le Orobie HITS

Bergamo, my city

  • Bergamo - Scaletta dello Scorlazzone +

    Bergamo - Scaletta dello Scorlazzone E’ tra le più faticose Scalette di Bergamo. Non solo a causa dei suoi ripidissimi 162 scalini che si alzano Read More
  • Bergamo - Scaletta Santa Lucia Vecchia +

    Bergamo - Scaletta Santa Lucia Vecchia Parte subito gradinata l'antica Scaletta di Santa Lucia Vecchia e, dalla omonima rotatoria che ne segna l'inizio, sormonta la fresca Read More
  • Valle di Astino: Monastero e Bosco Allegrezza +

    Valle di Astino: Monastero e Bosco Allegrezza Finalmente Astino! Dopo lunghissimi anni tra mille incertezze e tanti dubbi sulla finale destinazione, anni nei quali lo spettro dell’inesorabile Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Commenti

Ti trovi in...

You are here:Sentieri»Oltre le Orobie»Ghiacciaio Morteratsch e Capanna Boval

I cookie permettono di offrire i servizi proposti dal sito cristianriva.it Cliccando su "Accetta e prosegui", l'utente acconsente di utilizzare i cookie