Martedì 26 Settembre 2017
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ciaspolata sul Monte Frerone

Monte Frerone, ciaspolatori Monte Frerone, ciaspolatori

Inizio questo nuovo anno facendo la parte “dell’imbucato” e mi inserisco – a breve distanza – in un gruppo di scialpinisti anche loro diretti sulla cima del Monte Frerone. La meta è una classica degli scialp che affrontata con ciaspole ai piedi richiede quel pizzico di attenzione in più, soprattutto nella parte finale che porta alla vetta: sono d’obbligo i ramponi, almeno per la discesa in sicurezza di questo ripido tratto ghiacciato.

Il resto è un’incantevole passeggiata completamente immersi nella bianca polvere, con saliscendi su dune innevate che tanto assomigliano ad un infinito deserto di sabbia. Il miraggio della meta che sin dall’inizio appare inarrivabile all’orizzonte, con un poco di fatica – ampiamente ripagata in seguito – diverrà realtà dopo almeno tre ore di piacevole ciaspolata. Tutt’attorno ci sono le alte cime della Val Fredda e della Val Cadino che mute ci osservano bonariamente.

{mooblock=Informazioni sintetiche }

Data dell'escursione 04 Gennaio 2013
Località di partenza Breno, località Bazena
Sentieri utilizzati 18
Tempi di percorrenza 3 ora circa
Altitudine massima 2673 metri
Attrezzatura Da escursionismo + ciaspole 
Difficoltà EE (Escursionisti esperti) - EAI (Escursionismo in Ambiente Innevato)
Acqua sul percorso No
Note Si consiglia avere al seguito un paio di ramponi

{/mooblock}

Descrizione itinerario

Per raggiungere il punto di partenza di questa ciaspolata occorre percorrere la stretta strada provinciale che da Bienno risale in direzione del Passo Crocedomini. Raggiunta la località di Bazena di Breno si parcheggia nell’ampio spazio antistante lo storico rifugio Tassara: qui la strada è chiusa al traffico a causa della neve.

Lasciata l’autovettura ci inoltriamo nell’innevato vallone con direzione nord, seguendo la traccia di scialp e ciaspolatori che ricalca di pari passo la larga mulattiera estiva verso il Rifugio Tita Secchi indicata col segnavia 18. Risalito un costone e raggiunto un piccolo valico veniamo catapultati nell’ampia conca della Val Fredda: un susseguirsi di dune nevose contornato dalle alte cime bianche che lasciano senza respiro. Teniamoci verso sinistra ed in lieve discesa raggiungiamo la vicina Malga di Valfredda.

Proseguiamo percorrendo le tracce lasciate da altri escursionisti prima di noi, mantenendoci verso il centro della vallata. Il miraggio del Monte Frerone è proprio davanti ai nostri occhi e ci indica la direzione da seguire. Risalita un’altura, discendiamo dal versante opposto e, tralasciata l’eventuale traccia che volge verso il Rifugio Tita Secchi, imbocchiamo l’ampio canalone che risale verso il Costone di Valbona.

Inizia ora un faticoso susseguirsi di zig zag più o meno ampi che prendendo velocemente quota regala di contro un piacevole panorama circostante. Risaliamo con fatica spostandoci infine verso destra e, raggiunto il culmine, entriamo nello spettacolare anfiteatro ai piedi del versante ovest del Monte Frerone. In nessun altro luogo ho avuto l’impressione di sentirmi davvero tanto piccolo: siamo immersi nell’infinito spazio contornato da una barriera invalicabile di montagne.

Risalito parzialmente questo bianco anfiteatro, pieghiamo a destra e (…valutata la possibilità di utilizzare i ramponi) con numerosi zig zag risaliamo il versante ovest del Monte Frerone, sino a raggiungere il colletto che adduce alla cima. Pochi passi ancora ma già la fatica è magicamente scomparsa: eccoci in vetta, a quota 2673 metri di altitudine. Inutile descrivere lo spettacolo che riserva la conquista di una vetta come il Monte Frerone, occorre raggiungerla – anche con non poca fatica – e giunti in vetta fermarsi a contemplare questo spettacolo della natura, cercando magari di riconoscere le cime già salite e quelle che ancora attendono il nostro arrivo.

{mooblock=Cartina }

Monte Frerone

{/mooblock}

{mooblock=Album fotografico }

{/mooblock}

Note

I tempi di percorrenza sono indicativi e si riferiscono al percorso di ascesa.

Read 6484 times
Cristian Riva

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Mi trovi su: Google+

Website: www.cristianriva.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Media

1 comment

  • Comment Link Alessandra Martedì, 08 Gennaio 2013 11:33 posted by Alessandra

    Avrei voluto lasciarti un messaggio sul libro di vetta, ma non mi è stato possibile...Rinnovo comunque i miei più sentiti complimenti per il contributo che il tuo sito offre alla conoscenza e alla valorizzazione dei nostri meravigliosi scenari orobici, sempre espresso con emozione e grande stile.
    Buon lavoro!

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con le ciaspole HITS

Bergamo, my city

  • Citta' Alta in una notte di fine estate +

    Citta' Alta in una notte di fine estate Una notte di fine estate. Le vie del centro sono letteralmente invase dal mare di persone che avanza e balla Read More
  • Parco dei Colli - Valle di Astino +

    Parco dei Colli - Valle di Astino Primavera, tempo del risveglio e stagione della rinascita. E' sempre l'occasione per scoprire, e riscoprire, deliziosi scorci naturali sui sentieri Read More
  • Parco dei Colli - Il Sentiero di Ilaria +

    Parco dei Colli - Il Sentiero di Ilaria Non ho mai conosciuto Ilaria Rota. In rete, come pure presso le biblioteche, della sua storia esiste assai poco, solo Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Commenti

Ti trovi in...

You are here:Sentieri»Sulla neve con le ciaspole»Ciaspolata sul Monte Frerone

I cookie permettono di offrire i servizi proposti dal sito cristianriva.it Cliccando su "Accetta e prosegui", l'utente acconsente di utilizzare i cookie