Lunedì 23 Ottobre 2017
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Monte Secco e Pizzo Badile brembani

Monte Secco e Pizzo Badile brembani - Sul cucuzzolo della montagna Monte Secco e Pizzo Badile brembani - Sul cucuzzolo della montagna

Vivo la montagna in ogni stagione, ed in ogni stagione trovo sempre qualcosa che mi meraviglia: la primavera che col suo verde intenso è un inno alla rinascita, l’estate che nonostante il caldo soffocante mi permette di trascorrere lunghe ore sui sentieri e l’inverno che coi suoi silenzi quasi irreali rende magico ogni luogo.

Ma come l’autunno non ce n’è! Certamente è un tripudio di colori e sapori: quei caldi colori che punteggiano più o meno intensamente i nostri boschi, quell’odore di legna che arde sul fuoco del camino e riempie i vicoli dei borghi che attraverso o quello più intenso dei funghi nel bosco. L’autunno è anche una quieta composizione di rumori, quelli provocati dal calpestio delle foglie secche distese sul sentiero oppure il dolce frusciare dei rami accarezzati dal vento. Soprattutto l’autunno ha in sé qualcosa che è in stretta armonia col mio modo di vivere la montagna, è una stagione che ispira calma e serenità.

{mooblock=Informazioni sintetiche }

Data dell'escursione 24 Ottobre 2012
Località di partenza Piazzatorre, località Il Piazzo
Sentieri utilizzati CAI 118
Tempi di percorrenza 3 ore circa, sino al Monte Secco
Altitudine massima 2293 metri del Monte Secco
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà EE il tratto di cresta che porta alla cima del Monte Secco - I (Alpinistico)
Acqua sul percorso Poca, solo presso la baita Monte Secco
Note Nulla

{/mooblock}

Descrizione itinerario

Si parte da Piazzatorre, precisamente dalla località Il Piazzo, nella parte terminale del cosiddetto gerù, dove si imbocca il sentiero contraddistinto dal segnavia 118 CAI. La partenza, inizialmente in leggera salita, aumenterà nel corso dell'ascesa e non mollerà quasi mai sin fino al Passo Monte Colle. Dopo un primo breve tratto, si penetra nel fitto bosco che d’autunno diviene un’autentica tavolozza di colori che, almeno apparentemente, rendono meno faticosa la salita. Si prosegue quasi sempre fiancheggiando sulla destra il grigiore del gerù, sino a quanto il sentiero volge verso l’interno del bosco e, diminuendo la sua pendenza, raggiunge dapprima il Capanno del Barba e, successivamente, all’uscita dal bosco, la Baita Monte Secco. Il panorama a questo punto è un enorme sorpresa: difronte il Pizzo Badile brembano mentre alle nostre spalle la vista spazia dal sottostante abitato di Piazzatorre sino alla frastagliata cresta del Resegone.

Oltrepassata la Baita Monte Secco, si prosegue in leggera pendenza sino al Passo di Monte Colle. Alla nostra destra si stacca una leggera traccia di sentiero che utilizzeremo al ritorno dal Monte Secco per risalire, come ulteriore conquista, la facile cima del Pizzo Badile brembano. Pertanto, pieghiamo a sinistra ed iniziamo a percorrere la lunga cresta che nel primo tratto si mantiene su facile dorsale erbosa. Successivamente, in corrispondenza dei primi torrioni, il sentiero piega leggermente a sinistra e, mantenendosi in falsopiano, percorre un breve tratto esposto a sinistra per poi risalire tra facili roccette. In questo primo impegnativo passaggio, è possibile bypassare il breve tratto di sentiero esposto risalendo direttamente le facili roccette che portano all’estremo superiore di questo torrione. Poco oltre il sentiero passa un traverso esposto su Piazzatorre; nulla di difficile: sedere in fuori nel vuoto che raggiunge Piazzatorre e con l’aiuto delle mani che ci assicurano ad alcune rocce che affiorano dal manto erboso, si oltrepassa questo ulteriore tratto delicato.

Il sentiero prosegue ora più agevole tra questi enormi spuntoni rocciosi, sino a discendere su terreno sdrucciolevole. Appena percorsi pochi metri si piega verso destra per un ulteriore traverso da oltrepassare con l’aiuto delle mani e, quindi, un'altra facile risalita tra roccette che ci riporta nuovamente in cresta. Proseguiamo ora su cresta molto più ampia ed erbosa sino a quanto, nell’ultimo tratto, si assottiglia leggermente ma senza portare ulteriori difficoltà. Quindi, eccoci in vetta, sul Monte Secco brembano, a quota 2293 metri. Lo sguardo volge subito sul vicinissimo dirimpettaio Monte Pegherolo, una vera piramide di roccia; tutt’attorno lo spettacolare parco delle Orobie con le sue conosciute cime: dalla conca del Calvi,  con i Diavoli a farla da padroni, si passa a quella dei Gemelli con Pizzo Becco & company; proseguendo verso destra si giunge sino alla dolce mole del Pizzo Arera e, più vicino le Torcole. Proseguendo questo girotondo lo sguardo raggiunge il Resegone e quindi chiude l’anello la zona del Pizzo Tre Signori.

Dopo questa piacevole ascesa al Monte Secco sarà difficile resistere alla conquista del facile Pizzo Badile Brembano. Per raggiungerlo non dobbiamo far altro che ritornare sino al Passo Monte Colle e, anziché discendere verso destra in direzione della baita Monte Secco, proseguiamo brevemente sulla dorsale sino ad inoltrarci nel bosco di abeti e larici. Seguendo le tracce di sentiero, che man mano si sale diventano comunque più evidenti, risaliamo brevemente il versante nord del pizzo, sino a raggiungerne la vetta a quota 2084 metri.

{mooblock=Cartina }

Monte Secco e Badile Brembano

{/mooblock}

{mooblock=Album fotografico }

{/mooblock}

Note

I tempi di percorrenza sono indicativi e si riferiscono al percorso di ascesa.

Read 5871 times
Cristian Riva

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Mi trovi su: Google+

Website: www.cristianriva.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Bergamo, my city

  • Bergamo - Salita della Scaletta +

    Bergamo - Salita della Scaletta Il momento migliore per visitare questa Scaletta? Sicuramente ogni momento è quello buono anche perché la breve ma rinomata salita, Read More
  • Bergamo - Scaletta di via Paradiso +

    Bergamo - Scaletta di via Paradiso Ventotto scalini che “portano in paradiso”. Poi, l'ampio slargo contornato da muri a secco che cadono a fil di piombo Read More
  • Citta' Alta in una notte di fine estate +

    Citta' Alta in una notte di fine estate Una notte di fine estate. Le vie del centro sono letteralmente invase dal mare di persone che avanza e balla Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Commenti

Ti trovi in...

You are here:Sentieri»Sulle Orobie»Monte Secco e Pizzo Badile brembani

I cookie permettono di offrire i servizi proposti dal sito cristianriva.it Cliccando su "Accetta e prosegui", l'utente acconsente di utilizzare i cookie