Lunedì 14 Ottobre 2019
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Sentiero partigiano Tormenta (Mario Zeduri)

Sentiero partigiano Tormenta Sentiero partigiano Tormenta

Un ottimo camminatore, amante della montagna. Così lo descrive Giovanni Berta (nome di battaglia: Leo) nel suo libro “Per non dimenticare. Diario di un partigiano” e così lo immagino adesso mentre percorro quello stesso sentiero che oggi porta il suo nome di battaglia, sentieroTormenta”; quello stesso sentiero che con tutta probabilità percorse quel 16 novembre 1944, desideroso di riprendere il suo posto all’interno della formazione partigiana di Giorgio Paglia di stanza alla Malga Lunga, lì dove il giorno seguente troverà la morte per mano della divisione fascistaTagliamento”.

Lo vedo salire spedito, attento ad ogni rumore proveniente dal bosco, forse di notte oppure in un giorno grigio e piovoso come quello di questa mattina; deve far presto e questo è l’unico sentiero diretto che, seppur ripido, gli consente di guadagnare velocemente quota; sento il suo respiro affannato, soffocato solo dal fischio del vento che soffia ed urla, proprio come oggi, lungo quel panoramico tratto di cresta che divide il limitar del bosco dalla croce di Grione. Poi tutto si spiana, la meta è vicina; lo vedo correre e sparire nella nebbia che ora ha coperto tutto quanto.

Una lapide posta alla Malga Lunga ricorda le sue gesta e quel triste 17 novembre 1944.

DESCRIZIONE ITINERARIO

Raggiunta la frazione di Fanovo di Endine Gaiano e lasciata l’auto nell’area di parcheggio fiancheggiante la chiesetta settecentesca di San Pietro, imbocchiamo il segnavia 628 CAI con direzione di Palate.

Il sentiero passa tra alcune abitazione e fiancheggiata la pietra in memoria di Giuseppe Brighenti (nome di battaglia: Brach), prosegue pianeggiante sino alla frazione di Palate.

Una volta giunti, proseguiamo brevemente lungo la strada asfaltata che scende in leggera discesa e raggiunte le indicazioni sentieristiche, piaghiamo nettamente a sinistra ed imbocchiamo la larga sterrata che sale immergendosi nel bosco.

La sterrata cede il passo al classico sentiero montano che ora inizia ad infilare una serie infinita di zig zag che si alternano nel fitto bosco; guadagniamo quota molto velocemente sin quando il bosco si fa più rado e lascia intravedere alle nostre spalle bellissimi scorci sul lago d’Iseo e su parte del lago di Endine.

Il sentiero si impenna ora con maggior vigore e, lasciati alle spalle gli ultimi sparuti alberi, risale il fil di cresta sino alla Croce di Grione, punto panoramico che, nonostante la modesta altitudine, ha poco da invidiare alle alte vette orobiche.

Lasciamo alle spalle la croce di vetta e proseguiamo, ancora con qualche saliscendi, sino alla sella sotto il monte Grione dalla quale si gode una splendida vista verso il Golem o Monte Guglielmo. Da questo incrocio sentieristico pieghiamo a destra e superato l’ultimo tratto di bosco imbocchiamo ancora a destra la sterrata proveniente da Ranzanico. In breve, ecco raggiunta la nostra meta, la Malga Lunga, a quota 1235 metri di altitudine.

  • Informazioni sintetiche

    Località di partenza: Endine Gaiano, frazione Fanovo
    Sentieri utilizzati: 628 CAI
    Tempi medi di percorrenza: 3 ore circa
    Altitudine raggiunta: 1235 metri
    Attrezzatura Da escursionismo
    Difficoltà: E (Escursionistico)
    Note Tempi di percorrenza per il percorso di andata
  • Cartina e tracciato GPS

    NAN km, 02:40:05

  • Album fotografico

Read 767 times
Cristian Riva

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Mi trovi su: Google+

Website: www.cristianriva.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Bergamo, my city

  • Bergamo - Scaletta delle More +

    Bergamo - Scaletta delle More Partenza da via Dello Statuto, proprio difronte all'ingresso estivo della piscina Italcementi, dove un largo viottolo tutto acciottolato illude una Read More
  • Parco dei Colli - Via Alle Case Moroni +

    Parco dei Colli - Via Alle Case Moroni Il punto di partenza di questo piacevole itinerario è la chiesetta cinquecentesca di San Sebastiano all’altezza dello slargo con via Read More
  • Bergamo - Sentiero dei Monasteri +

    Bergamo - Sentiero dei Monasteri Due antichi monasteri benedettini, quello maschile di Astino, adagiato ai piedi dell’omonima conca valliva che scende dal versante sud dei Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Commenti

Ti trovi in...

You are here:Sentieri»Sulle Orobie»Sentiero partigiano Tormenta (Mario Zeduri)