Incisioni rupestri: Le Foppe di Nadro

Incisioni rupestri: Le Foppe di Nadro
Incisioni rupestri : Le Foppe di Nadro

E’ già dal 1979, ormai oltre un trentennio, che il territorio della Valcamonica compare nella lunga lista dei siti culturali del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, ove viene indicato col nome di “Rock drawings in Valcamonica”. Un importante riconoscimento che quel particolare territorio montano, ove vengono interessati ben 24 comuni della vallata, ha saputo valorizzare e continua tutt’oggi a preservare diligentemente. Ciò che è racchiuso nell’immaginario perimetro delineato dall’importante attestazione mondiale è però qualcosa di veramente stupefacente che risale ancor più indietro nel tempo, si potrebbe dire “sino alla notte dei tempi” ovvero al periodo preistorico.

E’ a quel periodo storico, infatti, che si riferiscono le oltre 2000 rocce istoriate, i cosiddetti “piloti” – o “pupazzi” come nel dialetto locale la gente chiama quelle incisioni rupestri – che contribuiscono a rendere preziosa e straordinaria l’immensa Valcamonica, attribuendole – a ragione – la denominazione di Valle dei Segni.

Descrizione del percorso

Lasciare alle spalle il museo di Nadro di Ceto dopo l’interessante visita didattica, e quindi oltrepassare quei tortuosi vicoli che immettono nella località delle Foppe, è come varcare una soglia temporale, un tuffo nel remoto passato sino ai nostri antenatii camunni” o, almeno, a ciò che hanno lasciato indelebilmente trascritto nelle straordinarie incisioni rupestri, testimonianze della cultura dell’Uomo e bene prezioso dell’Umanità.

Incisioni rupestri: Le Foppe di Nadro
Incisioni rupestri: Le Foppe di Nadro

La Riserva Naturale di Ceto, Cimbergo e Paspardo è l’area archeologia protetta più estesa della Valcamonica e l’itinerario, percorribile facilmente in circa due / tre ore, si sviluppa lungo un sentiero di mezza montagna sempre ben segnalato. In particolare, l’area delle Foppe è un continuo susseguirsi di superfici istoriate organizzate in un piacevole percorso ad anello ove trova spazio anche un’area di sosta dedicata all’attività didattica con una simulazione di scavo archeologico, la ricostruzione di una capanna neolitica e di una casa retica di età del Ferro. (fonte: Arte Rupestre della Valle Camonica)

Ricordo in ultimo che l’area della Riserva Naturale Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo è consentita previo pagamento del biglietto d’ingresso di 3,00 euro acquistabile presso la sede del museo.

Descrizione del percorso

Tracciato GPS
Non disponibile.
Scheda sintetica
Data dell’escursione 21 Agosto 2013
Località di partenza Ceto, località Nadro
Sentieri utilizzati Sentiero Foppe di Nadro
Tempi di percorrenza 3 ore circa (ad anello)
Altitudine massima 453 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà T (Turistico)
Acqua sul percorso No
Note L’accesso all’area della Riserva è a pagamento
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *