Cima di Lemma ad anello

Cima di Lemma ad anello
Escursione invernale sulla Cima di Lemma. (ph. credit Cristian RIVA)

Il cielo è grigio e tutt’attorno non c’è anima viva. Nel silenzio assoluto, il soffiare del vento è l’unico rumore che sento; muove i seggiolini della seggiovia ferma per mancanza di neve che, ciondolando a destra e manca, provocano sinistri cigolii che rendono San Simone una località turistica quasi spettrale. Persino la baita del Camoscio, punto di ritrovo per sciatori e scialpinisti che sbanchettavano festanti davanti ad un piatto di carne grigliata con polenta, ha chiuso i battenti e giace in uno stato di totale abbandono.

Cosa riserverà il futuro a luoghi come San Simone, oppure Foppolo ma anche tante altre località tutte pensate solamente in un’ottica di turismo commerciale dove la tua casa sulle piste da sci espone il cartello “vendesi”, gli impianti di risalita sono inattivi ormai da anni ed i mastodontici alberghi ospitano solo richiedenti asilo.

Descrizione del percorso

Partenza da San Simone dove, lasciata l’auto nell’ampio parcheggio ai piedi degli impianti sciistici, imbocchiamo l’ampia sterrata innevata che sale comodamente sino alla baita del Camoscio. Da quest’ultima, imbocchiamo il segnavia 116 CAI che prosegue sino alla baita Belvedere e, poco oltre, raggiunge il bivio con il segnavia 101-7 CAI.

Abbandonata la sterrata (…e, quindi il segnavia 101-7 CAI), proseguiamo a sinistra e risaliamo il bel sentiero che al cospetto del Pegherolo e del monte Cavallo ricama ampi zig zag sino a raggiungere la quota di 2137 metri di altitudine del Passo di Lemma.

Cima di Lemma
Escursione invernale sulla Cima di Lemma.

Il panorama spazia ora su tutta la conca innevata della Valle di Lemma mentre a destra si allunga verso la dorsale che raggiunge l’omonima cima, la nostra meta Cima di Lemma.

Dopo un breve discesa nel sottostante ampio vallone, proseguiamo verso destra, in direzione della nostra meta. Poco oltre, risaliamo ancora verso il culmine della dorsale al fine di non sprofondare nell’abbondante neve che ricopre il vallone. Con facili saliscendi, facendo attenzione a lastre ghiacciate coperte dalla recente nevicata, proseguiamo lungo la dorsale sino a raggiungere la nostra meta, la vetta della Cima di Lemma.

Dopo la meritata sosta, riprendiamo il cammino discendendo sino al sottostante Passo di Tartano, a quota 2108 metri di altitudine. Da quest’ultimo non resta altro che percorrere il comodo sentiero 101-7 CAI che con ampio semicerchio in falsopiano raggiunge le baite Fontanini e poi la località di San Simone.

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Scarica
Scheda sintetica
Località di partenza: Valleve, localita’ San Simone
Sentieri utilizzati: 116 – 101-7 CAI
Tempi medi di percorrenza: 4 ore circa
Altitudine raggiunta: 2348 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà: E (Escursionisti Esperti)
Note Tempi di percorrenza per il percorso ad anello
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto !!