The Floating Piers – Inaugurazione

The Floating Piers – Inaugurazione
The Floating Piers by Christo

Ostile come sono alla bolgia ed ai luoghi affollati, la mattina inaugurale per The Floating Piers è per me la pena esemplare, responsabile di aver sinora scarpinato in solitaria su e giù per i monti di Lombardia. Fortunatamente lo scotto di questa condanna termina non appena poso il piede sulla lunga passerella di Christo che, concedendomi l’assoluzione ai miei peccatucci, mi proietta sulle acque del Sebino attraverso un’eccentrica opera d’arte che respira ad ogni passo.

È infatti il lento fluttuare, quel su e giù ben visibile ad occhio nudo, un soffocato respiro sotto i nudi piedi, che cadenza il passo della folla mentre, camminando sulle acque, si avvicina a Peschiera Maraglio. Tutt’attorno questa volta non sono il circo di cime a rasserenare la passeggiata ma bensì l’infinita schiera di personale della sicurezza e di polizia che fiancheggia tutto il lungo percorso della passerella galleggiante.

The Floating Piers by Christo
The Floating Piers by Christo

Ecco allora che la camminata sulle acque lascia spazio ad un distensivo sorriso: lasciata alle spalle Peschiera Maraglio mi vien subito voglia di incamminarmi oltre, sino a quell’isoletta che non avrei mai sperato di visitare. Ed al solo grido di “…che figata!” corro quindi verso quel grumo di terreno che sorge dalle acque del Sebino e costituisce una delle gemme di The Floating Piers: l’isola di San Paolo.

Questo lavoro, tutti i lavori miei e Jean Claude, sono lavori artistici, di gioia e bellezza, lo facciamo per noi stessi, sono completamente inutili, sono solo opere d’arte.” ( Christo )

Gallery fotografica

Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto !!