Monte Cereto da Albino

Monte Cereto da Albino
Escursione ad anello in Valle Seriana, sul Monte Cereto, con partenza da Albino

Nel suo piccolo, in quella modesta altitudine e non meno banale salita, il Monte Cereto appare come quel colle, quella vetta, quella costa, quell’incredibile spicco delle cose nell’aria che ancora tocca il cuore e che, come un albero, un sasso profilati sul cielo, Cesare Pavese definì Dei, fin dall’inizio.

Descrizione del percorso

Lasciata l’autovettura nel piazzale antistante la stazione della funivia per Selvino, in via Milano di Albino, imbocchiamo – poco oltre – la via Madonna della Neve che sale sino all’omonimo Santuario. Appena prima di raggiungerlo, abbandoniamo la strada asfaltata e pieghiamo a sinistra (…indicazioni su targhetta in metallo posta sul ramo di un albero) calcando i primi passi del sentiero che fiancheggia un’ampia distesa prativa.

Il sentiero prosegue fiancheggiando il limitare del prato per poi immettersi, subito dopo, nella fitta boscaglia. Proseguiamo sempre con moderata pendenza nella frescura del bosco mentre quei pochi varchi a cielo aperto lasciano trasparire scorci sulla sottostante Valle Albina sovrastata dalla Cornagera.

Anello del Monte Cereto
Escursione ad anello in Valle Seriana, sul Monte Cereto, con partenza da Albino: la Cornagera

Giunti presso la Sorgente Foglie, a quota 700 metri di altitudine, pieghiamo nettamente verso destra e risaliamo nuovamente nella folta vegetazione boschiva. Giunti appena più bassi di un capanno da caccia, in concomitanza delle indicazioni sentieristiche poste sempre su targhette di metallo, proseguiamo verso destra mentre un breve tratto pianeggiante anticipa aperture tra gli alberi che lasciano spazio a panorami sul Monte Purito.

Ancora un breve tratto in salita e, giunti al successivo bivio sentieristico, pieghiamo a sinistra percorrendo la dorsale montana che, passato un capanno da caccia, si alza con maggiore pendenza sino a sbucare sopra la boscaglia. Il panorama spazia ora a trecentosessantagradi sulla provinciale che zigzagando sale da Nembro a Selvino, sulla pianura della bassa Valle Seriana sino al Colle di Città Alta, sul dirimpettaio Monte Misma e, più a destra, verso le cime della media ed alta Valle Seriana.

Un ultimo tratto di saliscendi ed ecco raggiunta la croce di vetta sul Monte Cereto che, coi sui 936 metri di altitudine, ha poco da invidiare alle più alte cime delle Orobie.

Anello del Monte Cereto
Escursione ad anello in Valle Seriana, sul Monte Cereto, con partenza da Albino: panorama su Città Alta

Per il rientro possiamo utilizzare il sentiero di salita oppure, facendo ritorno al precedente bivio sentieristico, possiamo tralasciare la discesa a destra verso la Sorgente Foglie e il Santuario Madonna della Neve e proseguire diritti lungo la dorsale che con qualche panoramico saliscendi si immette nel segnavia 515 CAI e, raggiunta la località Pià de la Loera, si alza fiancheggiando un roccolo e prosegue con lungo traversone su segnavia 536 CAI; in concomitanza delle indicazioni sentieristiche per Albino (…targhetta in metallo posta su un tronco d’albero) si piega nettamente a destra e si scende verso la Valle Albina ove, incrociato il segnavia 550 CAI, non resterà che seguirlo verso valle sino al punto di partenza.

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Download file: 20150918-monte-cereto.gpx
Scheda sintetica
Data  18 Settembre 2015
Partenza Albino, piazzale funivia per Selvino
Sentieri  515 – 536 – 550 CAI per il sentiero di ritorno
Tempi medi 1 ora e mezza (…sino al Monte Cereto)
Altitudine 936 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà E (Escursionistico)
Note Nulla
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.