Monte Misma da Pradalunga

Monte Misma da Pradalunga
Monte Misma

Situato in provincia di Bergamo, a cavallo tra la Val Seriana e la Val Cavallina, il Monte Misma, pur con i suoi modesti 1160 metri di altitudine, è, tra le vette delle Prealpi Bergamasche, quella che offre il panorama più ampio e completo sulle nostre principali vette orobiche. Di seguito, la descrizione del sentiero di salita da Pradalunga.

Descrizione del percorso

Uno dei punti di accesso è quello che parte dal Santuario Madonna della Neve, comunemente chiamato Santuario della Forcella, raggiungibile da Pradalunga, dove, lasciata l’autovettura, imbocchiamo il sentiero che conduce alla vicina Chiesetta degli Alpini, ubicata alle spalle dello stesso Santuario.

Proseguiamo lungo il sentiero con lieve pendenza ed, inoltrandoci nel rado bosco, continuiamo ora in falsopiano sino a raggiungere la località Pratadolt, un’ampia zona prativa, ombreggiata da castagni, adibita anche a pic-nic, dalla quale è già possibile scorgere (ancora molto distante) la croce posta in vetta alla nostra meta.

Seguendo le indicazioni di un cartello dei sentieri, proseguiamo lungo il segnavia 539 CAI e percorriamo una breve tratto di strada sterrata che, successivamente, immette in un comodo sentiero delimitato in alcuni punti da una staccionata in legno. Poco oltre, sulla nostra sinistra, troviamo le indicazioni per continuare lungo il segnavia 539, salendo il ripido sentiero nel bosco, che in circa mezz’ora conduce all’ampia vetta prativa del Monte Misma ove un panorama grandioso si estende all’infinito.

Per il ritorno e’ possibile percorrere il medesimo sentiero utilizzato per la salita oppure, volendo chiudere l’escursione con un giro ad anello, possiamo ricalcare dalla croce poche decine di metri del sentiero appena salito ed imboccare alla nostra sinistra il percorso che scende in direzione della Chiesetta Santa Maria del Misma, già visibile dall’ampia vetta prativa. Dopo esserci inoltrati nel bosco scendiamo velocemente di quota e, passando tra alcuni roccoli, raggiungiamo il caratteristico luogo di culto.

Dopo una meritata sosta ed una visita alla chiesetta, ripartiamo dal cartello dei segnavia e prendiamo a destra, passando sotto il cavo metallico utilizzato per far scendere e salire una carrucola, e seguiamo il sentiero che in falsopiano conduce sino ad un colletto ove sorge il caratteristico Roculù. Tenendo sempre la sinistra proseguiamo sino alla località Pratadolt ove, ripreso il sentiero utilizzato per la salita, chiudiamo il percorso ad anello e raggiungiamo in breve il Santuario della Forcella (un’ora circa dalla chiesetta Santa Maria del Misma).

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Non disponibile.
Scheda sintetica
Data dell’escursione 31 Luglio 2009
Località di partenza Pradalunga, località La Forcella
Sentieri utilizzati 539 CAI
Tempi di percorrenza 2 ore circa
Altitudine massima 1160 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà E (Escursionistico)
Acqua sul percorso No
Note Nulla
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *