Zucco Barbesino (quasi)

Zucco Barbesino (quasi)
Zucco Barbesino da Ceresola di Valtorta

La rinuncia è uno dei primi insegnamenti della montagna. A volte può capitare per un improvviso temporale, un sentiero franato, oppure, come quest’oggi, a causa della prima neve in quota che nasconde sotto di sé l’insidia del ghiaccio e non mi consente, in sicurezza, di proseguire verso la meta.

La rinuncia è un boccone amaro non sempre facile da ingoiare, soprattutto quando accade a pochi metri dalla meta e, magari, come quest’oggi, in una bella giornata di sole. Da tempo, però, ho imparato che la rinuncia è qualcosa che mi spinge a riprogrammare l’escursione per tornare, ancora una volta, in quello stesso luogo tanto desiderato, sicuro che la montagna si farà finalmente conquistare.

Descrizione del percorso

Partenza da Ceresola di Valtora dove, lasciata l’autovettura nell’ampio parcheggio, imbocchiamo la strada asfaltata verso i Piani di Bobbio. La salita è comoda e molto facile anche se dopo i primi tornanti è possibile abbandonare la strada e prendere il sentiero che, salendo dritto per dritto, raggiunge velocemente i Piani di Bobbio.

Zucco Barbesino da Ceresola di Valtorta
Zucco Barbesino | ph. Cristian Riva

Raggiunti i Piani, proseguiamo lungo la strada sterrata sino al rifugio Lecco per la meritata sosta che ci consente di ammirare tutta la bastionata dolomitica dello Zuccone Campelli e dello Zucco di Pesciola.

Lasciato a destra il rifugio Lecco, pieghiamo a sinistra e risaliamo la bitumata che passa sotto la seggiovia dei camosci che fiancheggia lo Zucco Barbesino; raggiunta la stazione alta della seggiovia, pieghiamo a sinistra e risaliamo lungo il sentiero che con qualche zig zag raggiunge l’orlo di una grande dolina che fiancheggeremo sulla destra; arrivati all’estremo opposto, proseguiamo lungo il sentiero che s’infila tra rocce calcaree con tratti più o meno ripidi. Mi fermo qui, su quel bel pulpito che mi consente di ammirare il panorama sulla conca ove è adagiato il rifugio Lecco; il restante tratto di sentiero che mi divide dalla vetta non è percorribile in sicurezza a causa del ghiaccio, sarà per la prossima volta.

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Download file: 20201028 - gps - zucco barbesino (quasi).gpx
Scheda sintetica
Località di partenza Valtorta, località Ceresola
Sentieri utilizzati Non indicato
Tempi medi di percorrenza 2 ore circa
Altitudine raggiunta 2020 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà EE (escursionisti esperti)
Note Nulla
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *