Anello dei Laghi di Foppolo

Anello dei Laghi di Foppolo
Anello dei laghi di Foppolo

Inizio subito col dire che la meta fissata per quest’oggi era la bella elevazione del Monte Toro, a cavallo tra la Val Brembana e la Valcervia, ma le recenti nevicate e l’impraticabilità del sentiero, soprattutto nell’ultimo tratto impegnativo della cresta sud-ovest, mi spinto a scegliere il più agevole sentiero che fiancheggia i bei laghetti sopra Foppolo.

Descrizione del percorso

L’escursione ha inizio dal piazzale antistante l’Hotel K2 di Foppolo ove, parcheggiata la nostra autovettura, seguendo le chiare indicazioni poste su un pannello turistico, imbocchiamo la mulattiera contraddistinta dal segnavia 205 che, con moderata pendenza, raggiunge il Passo Croce, a quota 1953 metri di altitudine. Pieghiamo a sinistra ed in breve raggiungiamo la stazione di arrivo della seggiovia Montebello e l’omonimo ristoro. Seguiamo ora le indicazioni del segnavia 203 per il Laghetto delle Trote. Il sentiero, pressochè sempre pianeggiante, ci conduce in breve a questa perla orobica, a quota 2124 metri, ora circondata dal candido della neve che riveste le cime circostanti. Da questa conca si possono già ammirare alcune delle principali vette orobiche come quella del Pegherolo, del Pizzo Vescovo e del Valgussera, del Monte Chierico e del Corno Stella e quella, maestosa più che mai, del Monte Toro che sino a quel momento risultava ancora essere la meta prescelta. 

Poco distante dal Laghetto delle Trote, seguendo ancora la traccia di sentiero innevato del segnavia 203 CAI, troviamo una baita diroccata. Seguendo le indicazioni, risaliamo a destra verso il Laghetti delle Foppe Basso e Alto. Siccome l’intenzione era quella di risalire il versante sud – ovest del Monte Toro, alla baita diroccata io ho piegato a sinistra e proseguito in falsopiano verso del Passo Dordona. Giunto in prossimità dello skilift che sale da Foppolo, ho risalito la ripida dorsale e percorso il tratto in cresta verso la vetta del Monte Toro. Dopo la rinuncia a raggiungere tale cima, a causa delle poco rassicuranti condizioni del sentiero innevato, ho disceso il ghiaione sottostante per poi raggiungere in breve il Laghetto Alto delle Foppe, ai piedi del Monte Toro.

Si prosegue ora lungo la traccia di sentiero innevato che quasi pianeggiante porta a raggiungere i laghetti di Montebello. Ora, con maggior pendenza, in corrispondenza di un alto omino di pietre, risaliamo alle spalle del laghetti di Montebello il ripido sentiero che raggiunge una piccola bocchetta dalla quale, volendo, è ancora possibile raggiungere il Monte Toro percorrendone in questo caso la cresta sud – est. Proseguiamo invece alle spalle della bocchetta e risaliamo lievemente verso destra la sommità dell’altura dalla quale, una volta giunti, possiamo contemplare in tutta la sua grandezza l’ultimo dei laghi di quest’escursione: il Lago Moro. Percorriamo a sinistra un lieve tratto di facile cresta per poi discendere sino al passo di Valcervia. Ora non resta altro che fiancheggiare un tratto del lago Moro e seguire la mulattiera che conduce alla stazione sciistica Montebello e quindi a Foppolo.

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Non disponibile.
Scheda sintetica
Data dell’escursione 20 Ottobre 2010
Località di partenza Foppolo
Sentieri utilizzati 205 – 203 CAI
Tempi di percorrenza 3 ore circa
Altitudine massima 2300 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà E (Escursionistico)
Acqua sul percorso Si
Note Nulla

 

 

Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *