Monte Suchello

Monte Suchello
Monte Suchello

Rispetto alle precedenti escursioni con partenza dall’altopiano di Selvino Aviatico, la salita al Monte Suchello, che con i suoi 1541 metri di altitudine fa da spartiacque tra val Brembana e Seriana, richiede un passo più allenato per via della lunghezza del tragitto. Infatti la partenza avviene da Aviatico, in corrispondenza della partenza della bidonvia per il Monte Poieto.

Descrizione del percorso

Pertanto, parcheggiata l’autovettura, imbocchiamo il sentiero al fianco della bidonvia che, tra verdi pascoli e con moderata pendenza, si dirige verso il Monte Poieto. Poco sopra il sentiero si immetterà nella comoda sterrata che seguiremo in falsopiano sino al bivio per la Forca di Aviatico. Tralasciando l’indicazione per il Poieto, prendiamo a sinistra e continuiamo lungo la sterrata sino a raggiungere la località Forca di Aviatico.

Seguendo le chiare indicazioni, imbocchiamo il segnavia 519 CAI per il Monte Suchello che, addentrandosi nel fitto bosco, ci porterà a raggiungere, in circa mezz’ora, la località Forcellino con la caratteristica Cà Donadoni, dove, approfittando della tranquillità del luogo, potremo fare una bella sosta. Riprendiamo il cammino proseguendo lungo il segnavia 519 CAI e, passato un roccolo, proseguiamo lungo la comoda dorsale erbosa. Tra vari saliscendi raggiungiamo con non poca fatica l’alticima del monte Suchello e, scesi pochi metri, risaliamo l’ultimo ripido tratto sino a guadagnarne la panoramica vetta a quota 1541 metri.

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Non disponibile.
Scheda sintetica
Data dell’escursione 31 Agosto 2010
Località di partenza Aviatico
Sentieri utilizzati 519 CAI
Tempi di percorrenza 2 ore e mezza circa
Altitudine massima 1541 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà E (Escursionistico)
Acqua sul percorso No
Note Nulla
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.