Scaletta dello Scorlazzone

Scaletta dello Scorlazzone
Bergamo - Scaletta Scorlazzone

Con i suoi ripidissimi 162 scalini, la Scaletta dello Scorlazzone è tra le più faticose Scalette di Bergamo. La sua impennata parte da via Sudorno e raggiunge uno fra i luoghi più elevati ed incantevoli di Città Alta, San Vigilio. Se poi la concateniamo con la Scaletta dello Scorlazzino, con la quale potrebbe essere scambiata per la naturale prosecuzione, ed ancor prima con la Scaletta delle More, per chi comincia la camminata dalla città bassa, allora l’impresa è davvero ardua e la salita affranta il suo bel dislivello.

Inizialmente incassata fra alti muri a secco, dopo l’ultimo gradino si spiana leggermente e prosegue su pavimentazione a mattoncini che riprende lo stile dei muriccioli che circondano abitazioni e ville signorili. Pian piano, il panorama si apre sui monumenti di Città Alta, da un lato, e sulla zona della Valle di Astino, dall’altro.

Solo infine, quando si scorge in lontananza il campanile della parrocchiale di San Vigilio, la Scaletta dello Scorlazzone ha perso ogni pendenza e, pressoché pianeggiante, volge al termine regalando al viandante un panorama su Città Alta da cartolina!

Gallery fotografica

Partenza Via Sudorno
Arrivo Via San Vigilio
Sviluppo 500 metri
Dislivello 77 metri
Tempi 15 minuti
Difficoltà Lunga e moderatamente faticosa
Acqua sul percorso No
Illuminazione notturna Si

 

Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *