Tre Pizzi

Tre Pizzi
Tre Pizzi

Partendo dalle Baite di Mezzeno, raggiungibili da Roncobello frazione Capovalle, ove parcheggiamo l’autovettura, imbocchiamo il segnavia 217 CAI che, inizialmente inerpicandosi con alcuni tornanti nella verde conca di Mezzeno, ci conduce, poco oltre una struttura dell’acquedotto, sino al bivio con il sentiero per i Laghi Gemelli.

Descrizione del percorso

Prendiamo ora a sinistra e, salendo a mezza costa con moderata pendenza, raggiungiamo il caratteristico capanno Monte Campo dal quale possiamo scorgere il caratteristico profilo della nostra meta: i Tre Pizzi.

Proseguendo su un’ampio pianoro pascolivo alla base del monte Spondone, ci dirigiamo verso la baita Monte Campo, visibile alla nostra sinistra, e la vicina struttura di riparo per le bestie che, raggiunta, lasceremo alla nostra sinistra seguendo il sentiero sempre ben tracciato.

Il sentiero, ora leggermente più ripido ed impegnativo, ci conduce sino ad un’ampia conca tra le pendici dello Spondone ed i Tre Pizzi. Raggiungiamo in breve la vallata ai piedi monte Pietra Quadra nei pressi della Baita dei Tre Pizzi, una caratteristica struttura in roccia, adiacente al laghetto di Pietra Quadra, che troveremo alla nostra destra.

Seguendo le indicazioni poste su alcuni grossi massi continuiamo lungo il segnavia 217 CAI che, piegando a sinistra, sale ora una ripida bocchetta rocciosa che porta sino alla vetta settentrionale del Tre Pizzi a quota 2153 mt.

Ridiscesi dalla bocchetta, prendiamo a sinistra e, ripreso il sentiero ben tracciato, scendiamo leggermente di quota in una zona rocciosa sino a raggiungere, dopo pochi minuti, il Bivacco Tre PizziPietra Quadra che, di recente realizzazione ed inaugurato lo scorso 28 giugno, è gestito da Volontari della Protezione Civile.

La via del ritorno è la medesima effettuata per la salita oppure, seguendo un percorso ad anello, è possibile, scendendo di quota sino ai due laghetti visibili dal bivacco Tre PizziPietra Quadra, percorrere la vallata Mencucca, fiancheggiante i Tre Pizzi, che, scendendo dapprima in una zona rocciosa e poi erbosa, segnalata solo da qualche ometto di pietra, ci porta a raggiungere il Sentiero dei Roccoli, un particolare sentiero tra pini mughi e folta vegetazione che, rimanendo in quota a circa 1800 metri e permettendoci di godere di un ampio panorama sull’Arera e la zona del Passo Branchino, passa alcuni caratteristici roccoli sino a congiungersi con il segnavia 217 CAI, percorso per la salita, in corrispondenza della baita Monte Campo. Seguendo ora il segnavia 217 CAI si prosegue scendendo sino alle baite di Mezzeno.

Gallery fotografica

Tracciato GPS
Non disponibile.
Scheda sintetica

 

Data dell’escursione 22 Luglio 2009
Località di partenza Roncobello, baite di Mezzeno
Sentieri utilizzati 217 CAI
Tempi di percorrenza 2 ore circa
Altitudine massima 2153 metri
Attrezzatura Da escursionismo
Difficoltà EE (Escursionisti Esperti) – I (Alpinistico)
Acqua sul percorso Si
Note Nulla
Cristian

Cristian

Adoro la montagna, risalire lentamente i suoi ripidi versanti, percorrere quei tortuosi sentieri tra fitti boschi ed ampie distese prative. Adoro tutto ciò che l'avvolge e la rende speciale: curiosi animali e coloratissimi fiori, antichi borghi e cadenti cascine abbandonate, il soffio del vento che fischia ai valichi tanto quanto la neve che - candida - cade lentamente, un improvviso temporale tanto quanto l'alba ed il tramonto. Con la fotografia m'illudo di rubare l'emozione di quel momento vissuto sui monti, un'emozione che però porterò sempre con me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *